International Newspaper

Dispaccio dall’Ucraina

21 Aprile 2022 ore 19.35

Il Ministero russo documenta le numerose vittorie, denuncia l’attacco sistematico con missili Tochka-U contro i civili provocando vittime e danni e gli abusi e torture subite dai prigionieri di guerra. Il Ministero ucraino enumera le numerose perdite dell’esercito russo e lo scontento che aleggia al suo interno. Zelenskyy ha affermato che Danimarca e Spagna sostengono l’Ucraina e il suo popolo nella lotta contro l’aggressione russa. E una visita congiunta di Pedro Sanchez e Mette Fredericksen ne è un’importante conferma…

Il cinquantasettesimo giorno di guerra volge al termine.

Ministero della Difesa Russo

Durante la giornata, 14 asset ucraini sono stati colpiti da missili ad alta precisione.

Esercito russo

Gli attacchi hanno colpito 1 posto di comando, 2 depositi di munizioni, 2 aree di concentrazione di manodopera e attrezzature militari ucraine, nonché 2 roccaforti nazionaliste vicino a Popasnaya.

I depositi di munizioni sono stati distrutti a Shnurki e Slavyansk e anche la manodopera e le attrezzature delle forze armate ucraine sono state colpite a Cherkasskoe e Aleksandrovka.

Fino a 120 nazionalisti, oltre a più di 30 veicoli blindati e auto, sono stati distrutti.

- Advertisement -

L’aviazione operativo-tattica e dell’esercito delle Forze aerospaziali russe ha colpito 64 unità militari dell’Ucraina. Tra questi: 17 aree di concentrazione di manodopera e equipaggiamento militare ucraino vicino a Krasnyi Liman e Drobyshevo, nonché 2 depositi di armi missilistiche e di artiglieria vicino a Zaporozhye.

Le truppe missilistiche e l’artiglieria hanno colpito 450 unità nemiche durante il giorno. Tra cui: 14 posti di comando, nonché 429 punti di forza e aree di concentrazione di manodopera e equipaggiamento militare a Velikaya Kamyshevakha, Chervonoe, Pashkovo, Novaya Dmitrovka nella regione di Kharkov.

Difesa aerea russa significa abbattere 1 veicolo aereo senza pilota ucraino vicino a Yasnoe, Repubblica popolare di Donetsk.

In totale, 140 aerei e 106 elicotteri, 512 velivoli senza pilota, 254 sistemi missilistici antiaerei, 2.422 carri armati e altri veicoli corazzati da combattimento, 266 sistemi di lancio multiplo di razzi, 1.051 artiglieria da campo e mortai, oltre a 2.274 unità militari speciali veicoli delle forze armate ucraine sono stati distrutti durante l’operazione.

Gli attacchi dell’esercito ucraino contro i civili

Le forze armate ucraine distruggono un allevamento di pollame privato a Tokmak, nella regione di Zaporozhye

L’attacco è stato effettuato dal sistema missilistico tattico Tochka-U dell’AFU su edifici destinati a supportare il funzionamento di un complesso privato di pollame.

Le forze armate ucraine mettono in pericolo la vita dei residenti locali.

Pochi giorni prima, un sistema missilistico tattico Tochka-U delle forze armate ucraine ha distrutto un magazzino e danneggiato edifici residenziali vicini a Tokmak.

Le torture e gli abusi inflitte dagli ucraini ai prigionieri

I militari dell’AFU consegnati hanno descritto le condizioni di detenzione e il loro atteggiamento nei confronti della tortura da parte ucraina

Gli abusi e le torture dei prigionieri di guerra russi da parte ucraina sono inaccettabili, hanno affermato i soldati e gli ufficiali delle forze armate ucraine che hanno volontariamente deposto le armi in Russia.

Gli ucraini descrivono le loro condizioni come buone e non hanno lamentele contro la parte russa.

“Viviamo quasi nelle stesse condizioni dei militari dell’esercito russo qui, intendo i problemi di benessere. Tutti sono leali, hanno compassione di noi, ci aspettavamo di peggio…”
Le forze armate della Federazione Russa continuano l’operazione militare speciale in Ucraina.

Ministero della Difesa Ucraino

Continua il cinquantasettesimo giorno dell’eroica resistenza del popolo ucraino all’invasione militare russa. La Federazione russa continua la sua aggressione armata su vasta scala contro l’Ucraina.

Esercito ucraino

Il nemico russo ha continuato le operazioni offensive nella zona operativa orientale al fine di stabilire il pieno controllo sul territorio delle oblast di Donetsk e Luhansk. Allo stesso tempo, continuano gli attacchi con missili e bombe alle infrastrutture militari e civili in tutta l’Ucraina.

Nelle direzioni Volyn, Polissya e Siversky il nemico russo non ha intrapreso azioni attive, non sono stati trovati segni di formazione di gruppi offensivi. C’è una significativa riduzione dell’intensità del movimento delle colonne dell’equipaggiamento militare russo sul territorio della repubblica di Bielorussia. Alcune unità delle forze armate bielorusse continuano a svolgere compiti per coprire il confine ucraino-bielorusso nelle regioni di Brest e Gomel.

La situazione a Slobozhanshchyna non è cambiata in modo significativo. Continuano il blocco parziale di Kharkiv e la distruzione delle infrastrutture della città da parte dell’artiglieria. Nel territorio temporaneamente occupato della regione di Kharkiv, le forze di occupazione russe vietano il movimento della popolazione locale verso il territorio controllato dalle Forze di difesa dell’Ucraina, la consegna degli aiuti umanitari da parte ucraina è bloccata.

Nelle direzioni Donetsk e Tavriya, il nemico russo ha cercato di prendere il pieno controllo di Mariupol. Ha continuato a effettuare attacchi aerei e tentati assalti nell’area del porto marittimo e dello stabilimento Azovstal.

Il referendum del 1Maggio indetto dai russi a Kherson

Nel territorio temporaneamente occupato dell’oblast di Kherson, le autoproclamate autorità di occupazione hanno annunciato la mobilitazione dei maschi. Inoltre, secondo le informazioni disponibili, per il 1° maggio è previsto un cosiddetto “referendum” nella parte occupata dai russi della regione di Kherson. E nel periodo 2-10 maggio è previsto un “censimento”. Alla gente del posto è vietato spostarsi tra gli insediamenti.

Continuano i bombardamenti di Mykolayiv in direzione Sud Buh, il nemico russo sta cercando di migliorare la propria posizione tattica e avvicinarsi alla città, ma senza successo.

il nemico russo continua a subire perdite significative di personale e attrezzature militari. Secondo i dati aggiornati, il

Zelenskyy ha incontrato oggi Pedro Sanchez e Mette Fredericksen

comandante del primo reggimento di fucili a motore della seconda divisione di fucili a motore della prima armata di carri armati del distretto militare occidentale, il tenente colonnello Denis Mezhuyev, è stato eliminato dai difensori dell’Ucraina. Anche due membri della dirigenza della stessa unità, il colonnello Kharitonov e il tenente colonnello Smirnov, sono rimasti gravemente feriti e sono in cura a Mosca.

Inoltre, la mobilitazione delle unità di occupazione russe è notevolmente demoralizzato dalla mobilitazione forzata in formazioni territoriali non riconosciute degli oblast di Donetsk e Luhansk, dalla cattiva alimentazione, dal basso sostegno finanziario e materiale del personale arrivato per ricostituire le unità regolari della Federazione russa.

Le richieste e le parole di Zelenskyy ai primi ministri di Danimarca e Spagna

L’Ucraina ha bisogno di armi pesanti per proteggere la vita dei suoi cittadini e per opporsi all’esercito russo, che ha un vantaggio quantitativo nella composizione personale e nella tecnologia. Lo ha detto il presidente ucraino Vladimir Zelensky durante un incontro con i rappresentanti dei media in seguito ai colloqui con il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez e il primo ministro danese Mette Fredericksen a Kyiv

Danimarca e Spagna sostengono l’Ucraina e il suo popolo nella lotta contro l’aggressione russa. E una visita congiunta di Pedro Sanchez e Mette Fredericksen ne è un’importante conferma. Grazie per le intense e significative trattative. Apprezziamo davvero l’aiuto pratico da parte dei vostri paesi.

La Redazione

- Advertisement -

Lascia una risposta
Skip to content