International Newspaper

Nduduzo Makhathini ha pubblicato il nuovo singolo “Emlilweni” con Jaleel Shaw

Annunciata l'uscita in vinile di "In the spirit of NTU"

In the Spirit of Ntu è il decimo album in studio di Nduduzo Makhathini, il suo secondo album ad essere pubblicato su Blue Note Records in collaborazione con Universal Music Group Africa dopo Modes of Communication (che il New York Times ha nominato uno dei “Miglior album jazz del 2020 ”), e la primissima uscita sulla neonata impronta Blue Note Africa…

Nduduzo Makhathini ha pubblicato “Emlilweni”, il terzo e ultimo singolo ad essere rivelato dal nuovo luminoso album del visionario pianista e compositore sudafricano In the Spirit of Ntu, che è uscito il 27 maggio. annunciato per il 7 ottobre, preordina ora sul Blue Note Store. Ascolta i singoli precedenti “Amathongo” e “Senze’Nina”.

Nduduzo Makhathini

Nduduzo Makhathini

Makhathini utilizza il fuoco come motivo nella traccia di ancoraggio dell’album “Emlilweni“, che presenta una bruciante apparizione come ospite del sassofonista contralto americano Jaleel Shaw.

“I sudafricani hanno sempre pensato che i suoni risiedano al di fuori dei fuochi accesi. Dicevano ‘in questo periodo particolare questa è stata la colonna sonora di questo incendio!’ Ho iniziato a pensare cosa significasse per il suono non essere più conforme a risiedere ai confini di questo incendio… cosa significa per il suono emergere da questi fuochi ?”
“Questo progetto è stato concepito in un momento difficile in Sud Africa, un periodo di confusione e conflitto”, continua. “Fu, ancora una volta, un periodo di incendi, disordini e massacri. In questo senso, la musica che ho composto non circonda questi fuochi come sfondo o colonna sonora: questi suoni fanno parte del discorso.

Proiettano dai fuochi ardenti finché i fuochi smettono di bruciare. Ciò che resta è ciò che questi suoni cercano di ripristinare. Ntu come forza creativa che cerca di portarci a ricordare la nostra essenza.

In the Spirit of Ntu

In the Spirit of Ntu è il decimo album in studio di Nduduzo Makhathini, il suo secondo album ad essere pubblicato su Blue Note Records in collaborazione con Universal Music Group Africa dopo Modes of Communication (che il New York Times ha nominato uno dei “Miglior album jazz del 2020 ”), e la primissima uscita sulla neonata impronta Blue Note Africa.

Figura centrale della vibrante scena jazz del paese, Makhathini ha assemblato una band composta da alcuni dei giovani musicisti più eccitanti del Sud Africa, tra cui la sassofonista Linda Sikhakhane, il trombettista Robin Fassie Kock, il vibrafonista Dylan Tabisher, il bassista Stephen de Souza, il percussionista Gontse Makhene e il batterista Dane Paris, oltre a ospiti speciali tra cui le cantanti Omagugu e Anna Widauer e il sassofonista Jaleel Shaw.

La filosofia NTU

Piegando una serie di concetti come “ritmi minori e maggiori”, “mobilità guidata”, “ascolto attivo” e “ritualismo” nel progetto,

Nduduzo Makhathini

Makhathini attinge al suo background nelle tradizioni zulù e alle curiosità intellettuali per informare le sue articolazioni coinvolgenti. “Sono alle prese con queste idee cosmologiche come un modo per situare il jazz nel nostro contesto”, dice. “Ho pubblicato Modes of Communication: Letters from the Underworlds usando la lettera come metafora dei suoni provenienti dagli inferi. In precedenza, avevo pubblicato Listening to the Ground che integrava questa idea di ascolto come conoscenza. Nello Spirito di Ntu è vivere in quel paradigma di ascolto delle cose che emergono dalla terra. Ntu è un’antica filosofia africana da cui deriva l’idea di Ubuntu. Ubuntu dice: “Lo sono perché tu lo sei”. È una profonda invocazione alla collettività”.

Date del Tour

30 maggio – Festival di Spoleto, Charleston, SC
3 giugno – Blue Room, Kansas City, MO
4 giugno – Blue Room, Kansas City, MO
7 giugno – Take Two alla Public Records, Brooklyn, NY
9 giugno – Narrows Center for the Arts, Fall River, MA
11 giugno – Vermont Jazz Center, Brattleboro, VT
8 luglio – North Sea Jazz Festival, Rotterdam, Paesi Bassi
9 luglio – Marsiglia Jazz des Cinq Continents, Marsiglia, Francia
12 luglio – Jazz à Vienne, Vienne, Francia
15 luglio – Nice Jazz Festival, Nizza, Francia
16 luglio – Albinea Jazz Festival, Albinea, Italia
6 agosto – Ystad Sweden Jazz Festival, Ystad, Svezia
20 novembre – London Jazz Festival, Londra, Regno Unito
23 novembre – Barcelona Jazz Festival, Barcellona, ​​Spagna
26 novembre – La Spirale, Friburgo, Svizzera
27 novembre – Kirchenmusikschule, San Gallo, Svizzera
2 dicembre – deSingel, Anversa, Belgio
3 dicembre – Theatre de la Verrière, Lille, Francia

La Redazione

Lascia una risposta
Skip to content