International Newspaper

Dispaccio dall’Ucraina

30 Aprile 2022 ore 19.15

Il Ministero ucraino accusano l’esercito russo di fare disinformazione ai civili dei territori di Kharkiv, Kiev, Zaporozhye e nella Repubblica Moldava. Secondo le informazioni esistenti ucraine, l’Iskander-M OTRK russo è stato finora schierato nel territorio della Repubblica di Bielorussia. Il Ministero russo accusa l’esercito ucraino di aver preparato una nuova falsa provocazione per screditare la Russia, infatti ha schierato una batteria di artiglieria vicino alla presa d’acqua di Piskunovka nella Repubblica popolare di Donetsk per provocare il fuoco di rappresaglia delle forze armate russe alla presa d’acqua…

La sessantaseiesima giornata di guerra volge al termine.

Ministero della Difesa Ucraino

Continua la sessantaseiesima giornata dell’eroico confronto del popolo ucraino contro l’invasione militare russa.

Esercito ucraino

Il nemico continua a compiere un’aggressione armata su larga scala contro l’Ucraina e azioni offensive nella zona dell’operazione orientale.

Nella direzione Slobo žans ʹkomu raggruppamenti di truppe nemiche continua a lanciare attacchi aerei e bombardamenti di artiglieria in tutta la città di Kharkiv.

Nella direzione di Izyum, occupanti, forze di singole unità della 1a Armata carri armati e della 20a Armata Generale del Distretto Militare Occidentale, 35a Armata Generata e 68° Corpo d’Armata del Distretto militare Orientale, aria- Paracadutisti provano ad avanzare nelle direzioni di Izyum – Barvinkove e Izyum – Slaviansk.

Il nemico continua a concentrare forze e mezzi sia sui territori temporaneamente occupati della regione di Kharkiv che nella regione di Belgorod, in prossimità del confine nazionale dell’Ucraina. Nell’area dell’insediamento Volohiv Yar, gli occupanti hanno trasferito l’ unità della 55a brigata motostrike separata della 41a armata militare generale del Distretto Militare Centrale, e nella città di Izum – unità della 5a brigata carri armati separata del 36° generale del Esercito del distretto militare orientale.

L’avversario sta espandendo il sistema di difesa antiaerea, conducendo l’esplorazione aerea delle posizioni delle unità delle forze armate ucraine utilizzando UAF nelle aree di Velika Komishuvakha, Ivanivka, Chervone, Kurulka, Dovgenke, Nova Dmitrivka e Barvink .

Le azioni illegali dell’esercito russo

Le forze di occupazione russe continuano a compiere azioni illegali nei territori occupati della regione di Kharkiv. Secondo le informazioni disponibili, l’avversario porterà con forza la popolazione sul territorio della Federazione Russa. Gli occupanti distribuiscono disinformazione sull’occupazione di Kharkiv, Kiev e Zaporozhye.

Nella direzione di Donetsk, il nemico sta conducendo operazioni di combattimento attive praticamente lungo tutta la linea di scontro. Non si fermano gli attacchi dell’aviazione e i bombardamenti dell’artiglieria sulle posizioni dei difensori ucraini.

I principali sforzi dell’avversario sono concentrati sulle azioni offensive sulle direzioni di Limansky, Severodonetsky, Popasnyansky e Kurakhivsky per prendere il pieno controllo degli insediamenti di Rubí žne, Popasna e probabilmente più avanti su Liman, Sloviansk e Barvinkove.

In direzione Mariupol, il nemico ha continuato a fare colpi di aviazione sulla città di Mariupol. I principali sforzi sono concentrati sul blocco delle unità delle Forze di Difesa nell’area dello stabilimento di Azovstal.

In direzione Zaporizhzhya, l’avversario sta conducendo il raggruppamento, l’allargamento delle unità di artiglieria per continuare la performance.

In direzione Tavriya, il nemico continua le azioni dimostrative per impedire il trasferimento delle nostre unità di truppe in altre direzioni, rifornimento di munizioni e rifornimenti di carburante.

In direzione sud, gli occupanti, le forze dell’8a e 49a Armata Generale, il 22° Corpo d’Armata, le parti costiere della Marina del Mar Nero del Distretto Militare Sud e le Forze Aeronautiche effettuano operazioni di combattimento per migliorare la propria su una posizione tattica. Il nemico continua a raggruppare le unità, prendendo misure per rifornire le forniture.

Sono in corso le misure preparatorie dell’oppositore all’attuazione del passo e dell’uscita al confine amministrativo della regione di Kherson.

In direzione di Mykolaivsky, il nemico continua i tentativi di sparare impattando sulle posizioni delle nostre truppe.

In direzione Besarab, gli occupanti stanno diffondendo disinformazione sulla minaccia alla popolazione della regione di Pridnistrovsk della Repubblica Moldava dalla parte dell’Ucraina.

Le truppe bielorusse e l’esercito russo

Nelle direzioni Volyn e Polis ʹkomi, le unità delle forze armate della Repubblica di Bielorussia continuano a svolgere compiti per

Esercito ucraino

rafforzare l’area del confine ucraino-bielorusso nelle regioni di Brest e Gomel.

Non si esclude l’esecuzione delle provocazioni opposte nelle zone di confine.

Rimane la minaccia del compito dell’oppositore degli attacchi missilistici su oggetti infrastrutturali militari e civili sul territorio dell’Ucraina. Secondo le informazioni esistenti, l’Iskander-M OTRK russo è stato finora schierato nel territorio della Repubblica di Bielorussia, e le unità di aviazione separate delle forze aeree e spaziali della Federazione Russa continuano a basarsi su specifici aeroporti.

In direzione Sivers ʹkomu, l’avversario continua il bombardamento di artiglieria di unità delle nostre truppe e infrastrutture al confine con la Federazione Russa delle regioni dell’Ucraina.

Gli invasori russi eseguono colpi di missili e bombardamenti di artiglieria di infrastrutture civili e aree residenziali negli insediamenti delle regioni di Zaporizhzhya, Dnipropetrovsk, Donetsk, Luhansk e Kharkiv.

L’oppositore continua anche la detenzione illegale di cittadini ucraini e li sottopone a torture e torture.

A seguito dell’inizio delle unità delle forze di difesa ucraine nella regione di Kharkiv, il controllo sugli insediamenti di Verhnya Roganka, Ruska Lozova, Slobidske e Prylesne è stato ripristinato.

Il Ministero della Difesa Russa

Le forze armate della Federazione Russa continuano l’operazione militare speciale in Ucraina.

Esercito russo

I missili ad alta precisione delle forze aerospaziali russe hanno colpito 17 unità militari ucraine durante la giornata.

Tra questi: 8 aree di concentrazione di manodopera e equipaggiamento, 5 postazioni di tiro di artiglieria e lanciarazzi multipli e 2 punti forti.

Distrutto anche: 1 posto di comando e 1 deposito di armi missilistiche e di artiglieria vicino a Pokrovskoe, nella regione di Dnepropetrovsk.

Durante la giornata, l’aviazione operativa e tattica delle Forze aerospaziali russe ha colpito 2 posti di comando, 9 punti forti e aree di concentrazione di manodopera e attrezzature, oltre a 5 depositi di munizioni e carburante.

Gli attacchi hanno portato all’eliminazione di oltre 200 nazionalisti e 23 mezzi blindati.

Le truppe missilistiche e l’artiglieria hanno colpito 319 aree di concentrazione di manodopera e equipaggiamento militare, 12 posti di comando e 2 depositi di armi di missili e artiglieria.

Difesa aerea russa significa aver abbattuto 1 Su-25 dell’aeronautica ucraina vicino a Chervonyi Yar, nella regione di Kherson.

Anche 2 veicoli aerei senza pilota ucraini sono stati abbattuti su Vladimirovka e 12 razzi del sistema missilistico a lancio multiplo Smerch sono stati intercettati vicino a Kamenka, nella Repubblica popolare di Donetsk.

In totale, 143 aerei e 112 elicotteri, 660 velivoli senza pilota, 279 sistemi missilistici antiaerei, 2.678 carri armati e altri veicoli corazzati da combattimento, 308 sistemi di lancio multiplo di razzi, 1.196 artiglieria da campo e mortai, oltre a 2.503 unità di militari speciali veicoli delle forze armate ucraine sono stati distrutti durante l’operazione.

La nuova provocazione che stanno preparando gli ucraini per incolpare i russi

Secondo informazioni attendibili, il regime di Kiev ha preparato in anticipo un’altra sofisticata provocazione per screditare le forze armate russe davanti alla comunità internazionale.

Una batteria di artiglieria (composta da tre obici D-30) è stata schierata vicino alla presa d’acqua di Piskunovka nella Repubblica popolare di Donetsk dalle forze armate ucraine per provocare il fuoco di rappresaglia delle forze armate russe alla presa d’acqua, la cui distruzione lascerebbe 27 insediamenti con una popolazione totale di oltre 15.000 senza approvvigionamento idrico.

Esercito russo

Le autorità di Kiev hanno in programma di utilizzare questa cinica provocazione nel prossimo futuro per accusare i militari russi di presunte atrocità contro i civili, seguita da un’ampia copertura nei media ucraini e occidentali.

Tali azioni di Kiev dimostrano ancora una volta un atteggiamento disumano nei confronti del destino dei propri cittadini e mostrano un completo disprezzo per tutte le norme della moralità e del diritto umanitario internazionale.

I soldati catturati dell’AFU

Appello di un soldato dell’AFU catturato ai suoi ex compagni d’armi: “Spreco di persone… È colpa del governo”

Appello di un altro soldato dell’AFU catturato ai suoi ex compagni d’armi: “Basta… Russia e Ucraina sono fratelli slavi dello stesso sangue”

Ogni giorno sempre più soldati ucraini si arrendono volontariamente. Dichiarano la loro riluttanza a combattere, incolpando gli Stati Uniti e il loro governo.

Tutti sottolineano il buon atteggiamento dei militari russi nei loro confronti. L’esercito russo sta fornendo assistenza medica qualificata ai militari dell’AFU catturati. I soldati e gli ufficiali ucraini parlano della loro riluttanza a combattere e della mancanza di motivazione a prestare servizio.

La Redazione

Lascia una risposta
Skip to content