International Newspaper

Colloqui tra Olaf Scholz e Vladimir Putin

15 febbraio 2022, 17:50

Il Presidente della Russia ha avuto colloqui con il Cancelliere della Repubblica Federale di Germania Olaf Scholz al Cremlino. La discussione si è incentrata su questioni di attualità dell’agenda bilaterale e internazionale, compresa la fornitura di garanzie di sicurezza a lungo termine e giuridicamente vincolanti alla Federazione Russa e la risoluzione del conflitto intra-ucraino…

Il Presidente della Russia Vladimir Putin saluta il Cancelliere tedesco Olaf Scholz.

La partnership economica

During the talks with Federal Chancellor of Germany Olaf Scholz

Sono lieto di incontrarti e conoscerti e di riceverti a Mosca. Desidero subito far notare che la Repubblica federale di Germania figura tra i nostri partner prioritari di per sé e in particolare in Europa. Parlando della dimensione europea, è il nostro principale partner commerciale ed economico.

A questo proposito, vorrei sottolineare che, nonostante tutte le difficoltà del periodo di pandemia, il livello del nostro commercio si è leggermente aggiustato nel 2020, ma è aumentato di oltre il 36 per cento lo scorso anno. Questo è, ovviamente, un buon indicatore.

Centinaia di aziende tedesche operano in Russia, in un modo o nell’altro, e hanno investito più di 20 miliardi di dollari nell’economia russa. A loro volta, le aziende russe hanno investito poco più di 10 miliardi di dollari, e questo è anche un buon contributo allo sviluppo dell’economia tedesca e al mantenimento dei posti di lavoro.

Di recente, abbiamo intrapreso intensi sforzi congiunti per diversificare le nostre relazioni e si stanno davvero sviluppando in campi diversi, ma, tradizionalmente, l’industria energetica è stata naturalmente un’area prioritaria.

Non elencherò tutte le figure, che sono sostanzialmente note; possiamo menzionarlo anche nella conferenza stampa di oggi. La Russia è un fornitore di energia affidabile da decenni e durante questo periodo non si sono verificati guasti nelle consegne di risorse energetiche dalla Russia poiché tutte le nostre attività si basano su principi di mercato, senza assolutamente domande o dubbi al riguardo.

I partner, i partecipanti alle attività economiche si conoscono da un po’ e il livello di fiducia tra loro è alto. Inoltre, abbiamo preso una decisione in una certa misura senza precedenti, ovvero abbiamo consentito ai nostri partner tedeschi di accedere ai nostri asset di produzione. Lavoriamo insieme per organizzare le consegne di trasporto; le nostre società operano nella Repubblica Federale Tedesca.

Come ho già detto, abbiamo anche molte altre questioni di cui discutere, ma oggi presteremo particolare attenzione ad affrontare gli sviluppi in Europa relativi alla sicurezza e i controversi dibattiti che si sono ora aperti su questo tema, compresi gli eventi intorno all’Ucraina.

In ogni caso, tutto ciò è per noi di grande interesse reciproco. Sono molto felice di vederti.

L’ incontro tra Putin e Macron

Proprio di recente ho ricevuto qui la mia controparte francese e abbiamo anche discusso a fondo di tutte queste questioni. So che ti ha informato sull’essenza degli argomenti che sono stati sollevati durante la nostra discussione.

E, naturalmente, troverei molto utile e interessante ascoltare le vostre valutazioni sugli sviluppi attuali.

Ancora una volta, benvenuto. Sono molto contento di vederti.

Le parole di Olaf Scholz

Grazie mille. Anch’io sono felice che il nostro incontro abbia luogo.

Federal Chancellor of Germany Olaf Scholz

Ho appena assunto la carica di Cancelliere e per me la storia GermaniaRussia è qualcosa di speciale. Data la nostra storia, è molto positivo che abbiamo legami economici così stretti, come hai notato, e che continuino a svilupparsi.

È evidente che ora, tra gli attuali complicati sviluppi in materia di pace e sicurezza in Europa, dobbiamo comunicare, proprio come lei ha già fatto con il mio omologo francese. Sono lieto che ora abbiamo l’opportunità di discutere tutte queste questioni. È molto importante che le questioni tra paesi siano sempre risolte attraverso il dialogo.

Conferenza stampa dopo i colloqui russo-tedeschi

Dopo i colloqui russo-tedeschi, Vladimir Putin e il cancelliere federale tedesco Olaf Scholz hanno rilasciato dichiarazioni alla stampa e hanno risposto alle domande dei giornalisti.

Presidente della Russia Vladimir Putin: Signor Cancelliere federale, onorevoli colleghi,

È un piacere accogliere al Cremlino il Cancelliere federale della Repubblica federale di Germania.

Scholz si reca per la prima volta in Russia come capo del governo tedesco. Tuttavia, durante il suo incarico come Primo Sindaco di Amburgo, in particolare, ha ampiamente contribuito allo sviluppo del partenariato tra città gemellate con San Pietroburgo. Quest’anno infatti ricorre il 65° anniversario di quei legami.

Nel corso dei colloqui odierni, che si sono svolti in un clima di tipo imprenditoriale, abbiamo discusso in modo sostanziale e approfondito vari aspetti delle relazioni bilaterali e delle prospettive per il loro sviluppo. Ci siamo concentrati anche sui punti più urgenti dell’agenda internazionale.

Germania partner economico della Russia

Ho citato più di una volta che la Germania è uno dei partner chiave della Russia. Abbiamo sempre cercato di rafforzare l’interazione tra i nostri stati.

Abbiamo l’impressione che anche il Cancelliere federale sia interessato a un’ulteriore cooperazione pragmatica e reciprocamente vantaggiosa con la Russia.

During the news conference following Russian German talks Photo Sergey Guneev

Questo vale principalmente per i legami economici, che sono intensi come sempre. La Germania è il secondo partner commerciale estero della Russia dopo la Cina.

Nonostante le difficoltà causate dalla pandemia di coronavirus e dalla volatilità dei mercati globali, entro la fine del 2021 il commercio reciproco è cresciuto del 36% e ha raggiunto quasi 57 miliardi di dollari.

Gli investimenti tedeschi nell’economia russa superano i 21 miliardi di dollari, mentre gli investimenti russi in Germania ammontano a 10 miliardi di dollari. In Russia operano circa 4.000 società partecipate da investitori tedeschi.

Ci incontriamo regolarmente con il management delle principali aziende tedesche. Posso dire che questi incontri continueranno sicuramente; sono estremamente importanti per tenere conto dell’opinione dei nostri partner tedeschi, al fine di creare un’atmosfera adeguata, un’atmosfera commerciale nel mercato russo.

Questo è molto utile per noi perché gli imprenditori spesso fanno proposte costruttive per migliorare il clima generale degli affari e degli investimenti in Russia. Diamo ascolto a molte di queste proposte, le sviluppiamo e le mettiamo in pratica.

L’ energia

L’energia è una parte importante della cooperazione economica bilaterale. Già negli anni ’70 i nostri paesi hanno implementato con successo il loro storico progetto gas-for-pipes. Da allora, la Russia ha fornito gas in modo affidabile alla Germania e ad altri paesi europei.

Oggi, la Russia fornisce oltre un terzo del fabbisogno energetico della Germania: sia petrolio (34%) che gas naturale (35 o addirittura 35,4%). Nel 2021 la Germania ha ricevuto 50,7 miliardi di metri cubi di gas russo.

Vorrei sottolineare che anche durante le quotazioni di borsa elevate per il gas e la scarsità in Europa, abbiamo continuato a fornire carburante ai clienti tedeschi per i prezzi dei nostri contratti a lungo termine.

Come sapete, il regolatore nazionale della Repubblica Federale ha il compito di certificare il gasdotto Nord Stream 2, che è

Federal Chancellor of Germany Olaf Scholz during the news conference following Russian-German talks Photo Sergey Guneev

tecnicamente completo dallo scorso dicembre.

Questo è uno dei più grandi progetti infrastrutturali d’Europa. È progettato per migliorare sostanzialmente la sicurezza energetica in Europa e facilitare la risoluzione degli obiettivi economici e ambientali paneuropei. Come ho detto più volte, questo è un progetto strettamente commerciale senza alcun accenno di politica.

Vorrei inoltre sottolineare che siamo pronti a continuare a distribuire gas attraverso l’Ucraina anche dopo il 2024, quando scadrà l’attuale contratto per il transito del gas russo attraverso l’Ucraina.

Naturalmente, lo faremo se c’è domanda da parte degli importatori europei, se è redditizia e se il sistema di trasporto del gas dell’Ucraina è in una forma tecnica adeguata.

Vediamo molte prospettive per espandere la cooperazione russo-tedesca in altri settori energetici, compreso lo sviluppo, la commercializzazione e l’uso di fonti di energia rinnovabile. Ne abbiamo parlato per quanto riguarda l’idrogeno.

L’ energia sostenibile

Un gruppo di lavoro bilaterale sull’energia sostenibile sta già dialogando su tutte queste questioni.

Siamo inoltre interessati a una più stretta collaborazione con i nostri partner tedeschi su questioni relative alla conservazione del clima. La Russia ha suggerito diverse aree di cooperazione al riguardo.

Vorrei citare lo sviluppo di metodi per monitorare l’emissione e l’assorbimento di sostanze che hanno un impatto diretto sui cambiamenti climatici; miglioramento della tecnologia per la riduzione delle emissioni di anidride carbonica e metano; e l’introduzione su larga scala dell’idrogeno che ho citato come un “combustibile verde”.

L’ agenda umanitaria

Putin with Federal Chancellor of Germany Olaf Scholz

Abbiamo anche discusso dell’agenda umanitaria. Abbiamo un genuino interesse reciproco nell’ulteriore sviluppo degli scambi scientifici, educativi e culturali bilaterali. Il forum pubblico russo-tedesco del Dialogo di Pietroburgo giocherà sicuramente un ruolo qui.

La situazione a proposito della crisi

Naturalmente, abbiamo scambiato, con totale franchezza, le nostre opinioni sulla situazione con le iniziative e le proposte della Russia agli Stati Uniti e alla NATO in merito alla fornitura di garanzie di sicurezza giuridicamente vincolanti a lungo termine per la Russia.

Abbiamo anche parlato delle principali richieste, la più importante è quella di precludere qualsiasi ulteriore espansione verso est della NATO, di astenersi dal dispiegare armi d’attacco vicino ai confini russi e di riportare il potenziale militare e le infrastrutture della NATO in Europa alla configurazione del 1997, l’anno è stato firmato l’atto istitutivo Russia-NATO.

La Russia non può chiudere un occhio di fronte agli Stati Uniti e all’Alleanza Nord Atlantico interpretando i principi chiave della sicurezza uguale e indivisibile, come sanciti in molti documenti paneuropei, in modo così approssimativo da soddisfare i propri interessi.

Permettetemi di ricordarvi che una sicurezza uguale e indivisibile va oltre il diritto di scegliere liberamente i metodi per garantire la propria sicurezza e di entrare in alleanze e blocchi militari, che i nostri colleghi continuano a ribadire; si riferisce anche all’impegno a non rafforzare la propria sicurezza a spese di altri Stati.

La Redazione

Lascia una risposta
Skip to content