International Newspaper

Briefing del Ministero della Difesa Russo sui documenti delle attività militari e biologiche

17 Marzo 2022 ore 19.09

Il Ministero della Difesa russo continua a studiare i materiali ricevuti dai dipendenti dei laboratori ucraini sull’attuazione dei programmi biologici militari degli Stati Uniti e dei suoi alleati della NATO sul territorio dell’Ucraina. Il Ministero ritiene che i componenti delle armi biologiche siano stati creati sul territorio dell’Ucraina…

Il Ministero della Difesa russo continua a studiare i materiali ricevuti dai dipendenti dei laboratori ucraini sull’attuazione dei programmi biologici militari degli Stati Uniti e dei suoi alleati della NATO sul territorio dell’Ucraina.

Il Briefing del Ministero della Difesa russo trascrizione

I mass media occidentali e alcuni biologi, che il più delle volte hanno una seconda cittadinanza americana, esprimono dubbi sull’affidabilità dei materiali da noi pubblicati. Vorrei attirare la vostra attenzione sul fatto che i documenti hanno le firme di funzionari reali e sono certificati dai sigilli delle organizzazioni.

Documento datato 6 marzo 2015

Riteniamo che i componenti delle armi biologiche siano stati creati sul territorio dell’Ucraina.

Il Pentagono tra i finanziatori dei biolab militari in Ucraina

Ecco un documento datato 6 marzo 2015, che conferma la partecipazione diretta del Pentagono al finanziamento di progetti biologici militari in Ucraina.

Secondo la prassi consolidata, i progetti americani nel campo dell’igiene nei paesi terzi, anche in Africa e in Asia, sono finanziati dalle autorità sanitarie nazionali.

Vorrei richiamare la vostra attenzione sul fatto che l’accordo sulle attività biologiche congiunte è stato concluso tra il Dipartimento militare statunitense e il Ministero della salute dell’Ucraina. Tuttavia, il vero destinatario dei fondi sono i laboratori del Ministero della Difesa ucraino con sede a Kiev, Odessa, Lvov e Kharkov. Il finanziamento totale è stato di 32 milioni di dollari.

Black & Veatch appaltatori dei patogeni della febbre emorragica

Non è un caso che questi biolab siano stati scelti dalla US Defense Threat Reduction Agency (DTRA) e dalla società appaltatrice

Black & Veatch appaltatori dei patogeni della febbre emorragica

Black & Veatch come esecutori del progetto UP-8 volto allo studio dei patogeni della febbre emorragica del Congo-Crimea, la leptospirosi e hantavirus. Nella slide è presentata la corrispondente richiesta del Pentagono di coinvolgere i laboratori ucraini per la realizzazione del progetto.

Dal nostro punto di vista, l’interesse dei biologi militari statunitensi è dovuto al fatto che questi agenti patogeni hanno focolai naturali sia sul territorio dell’Ucraina che in Russia e il loro uso può essere mascherato da focolai naturali di malattie. Questo è il motivo per cui questo progetto ha ricevuto finanziamenti aggiuntivi e i termini della sua attuazione sono stati prorogati.

Uno studio dei documenti nella parte del progetto P-781 sullo studio delle modalità di trasmissione delle malattie all’uomo attraverso i pipistrelli ha mostrato che il lavoro è stato svolto sulla base di un laboratorio a Kharkov insieme al famigerato R. Lugar Center a Tbilisi. I costi totali del Pentagono per la sua attuazione in Ucraina e Georgia sono ammontati a 1,6 milioni di dollari, la maggior parte dei quali è stata ricevuta dall’Ucraina come appaltatore principale.

I documenti ricevuti dal Ministero della Difesa russo indicano che la ricerca in questo settore è sistematica e viene condotta almeno dal 2009 sotto la diretta supervisione di specialisti degli Stati Uniti nell’ambito dei progetti P-382, P-444 e P -568. Uno dei curatori di questa attività è stato il capo dell’ufficio DTRA presso l’Ambasciata degli Stati Uniti a Kiev, Joanna Wintrall.

Durante l’attuazione di questi progetti sono state identificate sei famiglie di virus (compresi i coronavirus) e tre tipi di batteri patogeni (patogeni della peste, della brucellosi e della leptospirosi). Ciò è dovuto alle principali caratteristiche di questi agenti patogeni che li rendono favorevoli ai fini dell’infezione: resistenza ai farmaci, rapida velocità di diffusione dagli animali all’uomo, ecc.

È necessario annotare una serie di documenti che confermano il trasferimento di saggi biologici selezionati in Ucraina nel territorio di paesi terzi, tra cui Germania, Gran Bretagna, Georgia.

Il coinvolgimento di Germania, Gran Bretagna e Georgia

Documenti ufficiali che confermano il trasferimento di cinquemila campioni di siero sanguigno di cittadini ucraini al Centro R. Lugar

Ecco i documenti ufficiali che confermano il trasferimento di cinquemila campioni di siero sanguigno di cittadini ucraini al Centro R. Lugar affiliato al Pentagono a Tbilisi, 773 biotest sono stati trasferiti al laboratorio di riferimento della Gran Bretagna. È stato firmato un accordo per l’esportazione di quantità illimitate di materiali infettivi al Leffler Institute in Germania.

Un’analisi delle informazioni ricevute indica che gli specialisti ucraini non sono consapevoli dei potenziali rischi del trasferimento di biomateriali, vengono utilizzati essenzialmente alla cieca e non hanno una reale idea del vero scopo della ricerca condotta.

Vorrei richiamare l’attenzione sui focolai di malattie economicamente significative nel territorio della Federazione Russa. Nel solo 2021, i danni causati dall’influenza aviaria ad alta patogenicità hanno superato 1,7 miliardi di rubli e sono stati distrutti 6 milioni di capi di pollame. Allo stesso tempo, nei paesi europei, le perdite dell’industria agricola sono state di circa 2,0 miliardi. Euro.

Il progetto Flu Flyway

Nell’ambito del progetto FLU-FLYWAY, l’Istituto di Medicina Veterinaria di Kharkov ha studiato gli uccelli selvatici come vettori

per la diffusione dell’influenza aviaria ad alta patogenicità. Allo stesso tempo, le condizioni in cui i processi di diffusione possono diventare ingestibili, causare danni economici e rappresentare rischi alla sicurezza alimentare sono stati valutati.

Questi documenti confermano il coinvolgimento dell’Istituto Kharkov nella raccolta di ceppi virali dell’influenza aviaria ad alto potenziale epidemico e in grado di superare la barriera interspecifica. Le attività di questo istituto dovrebbero essere oggetto di un’indagine internazionale.
Continuano ad essere ricevute informazioni sui tentativi di distruzione di biomateriali e documentazione nei laboratori in Ucraina.

Sappiamo che durante le misure di liquidazione nel laboratorio di medicina veterinaria di Khlebodarskoye, i lavoratori dipendenti (cittadini ucraini) non potevano nemmeno entrare nell’edificio! Questo laboratorio collabora con l’Anti-Plague Research Institute intitolato a Mechnikov a Odessa, che conduce ricerche con agenti patogeni di peste, antrace, colera, tularemia, arbovirus.

Nel tentativo di coprire le loro tracce, i rifiuti biologici del laboratorio di Khlebodarskoye sono stati portati a 120 km di distanza verso il confine occidentale nell’area degli insediamenti di Tarutino e Berezino. Tutti questi fatti sono registrati dal Ministero della Difesa per la successiva valutazione legale.

La distruzione d’emergenza dei documenti del biolab a Kherson

Occorre citare la distruzione d’emergenza di documenti nel laboratorio biologico di Kherson.

Uno dei motivi di tale fretta potrebbe essere l’occultamento di informazioni sull’epidemia di dirofilariosi, una malattia trasmessa dalle zanzare, avvenuta a Kherson nel 2018. Sorge la domanda sul perché a febbraio siano stati rilevati quattro casi di infezione, il che è insolito per il ciclo vitale di questi insetti. Nell’aprile 2018, i rappresentanti del Pentagono hanno visitato le istituzioni sanitarie locali, dove hanno conosciuto i risultati dell’indagine epidemiologica e copiato la documentazione medica.

Tuttavia, non è stata trovata alcuna prova documentale relativa a questo focolaio nel laboratorio di Kherson. Procedendo da ciò, riteniamo che l’urgenza di distruggere tali prove documentali sia spiegata dal desiderio di impedire loro di raggiungere specialisti russi.

Inoltre, si richiama l’attenzione sul fatto di un forte aumento dei casi di tubercolosi causato da nuovi ceppi multiresistenti tra i cittadini che vivono nelle repubbliche popolari di Lugansk e Donetsk nel 2018. Questi dati sono confermati dagli specialisti di Rospotrebnadzor. Durante l’epidemia di massa registrata nell’area dell’insediamento di Peski, sono stati rilevati più di 70 casi di malattia, che si sono conclusi con un rapido esito fatale. Ciò può indicare un’infezione deliberata o una fuoriuscita accidentale dell’agente patogeno da uno dei biolab situati sul territorio dell’Ucraina.

Conformemente alla Convenzione sulla proibizione delle armi biologiche e tossiche, gli Stati partecipanti trasmettono all’ONU informazioni sugli oggetti e sulle attività biologiche in corso.

Si tratta di misure di rafforzamento della fiducia che vengono pubblicate al fine di monitorare l’attuazione della Convenzione. Dal 2016 – il momento dell’inizio dell’attuazione dei progetti da noi menzionati (inclusi UP-4, UP-8 e P-781), gli Stati Uniti e l’Ucraina hanno taciuto deliberatamente su di loro nei rapporti internazionali, nonostante il loro evidente militare -orientamento biologico.

Tale segretezza è un motivo in più per pensare ai veri obiettivi del Pentagono in Ucraina.

Gli esperimenti confermati da Obama sui cittadini guatemaltechi

Obama ha riconosciuto il fatto di condurre ricerche illegali su cittadini guatemaltechi

Vorrei ricordare i fatti storici in cui tali attività irresponsabili degli Stati Uniti al di fuori della giurisdizione nazionale si sono concluse solo con le scuse formali dell’amministrazione americana. Così, nell’ottobre 2010, il presidente degli Stati Uniti Obama ha riconosciuto il fatto di condurre ricerche illegali su cittadini guatemaltechi che erano stati intenzionalmente infettati da agenti patogeni della sifilide e della gonorrea con l’approvazione della Casa Bianca.

La Federazione Russa ha chiesto più volte la pubblicazione di dati sulle attività biologiche militari del Pentagono sul territorio di paesi terzi, ma l’Occidente collettivo, guidato dagli Stati Uniti, blocca coerentemente questa iniziativa, preferendo condurre ricerche aggirando gli obblighi internazionali con “le mani di qualcun altro”.

Continueremo a studiare le prove e ad informare la comunità mondiale sulle attività illegali del Pentagono e di altre agenzie governative statunitensi in Ucraina.

Chiara Bazzani

Lascia una risposta
Skip to content