International Newspaper

iPhone si aggiorna a iOS 17.3, che cosa cambia

(Adnkronos) – Apple rilascerà l'agiornamento gratuito a iOS 17.3 il 22 gennaio: se iPhone non esegue in automatico l'update, sarà sufficiente andare in Impostazioni > Generali > Aggiornamento software per eseguirlo. Sarà disponibile nel corso della giornata di lunedì e in alcuni casi anche martedì, visto che l'update non è simultaneo per tutti gli utenti. L'ggiornamento arriva a più di un mese di distanza dal precedente iOS 17.2, che aveva introdotto importanti novità come la Registrazione video spaziale, la nuova app Diario, modifiche ad Apple Music e iMessage, nonché aggiustamenti alla tastiera. La versione 17.3 di iOS si distingue per una serie di cambiamenti, tra cui spicca la nuova funzione Protezione dispositivo rubato. Questa caratteristica aggiunge un ulteriore livello di sicurezza ai dispositivi iPhone rubati, richiedendo l'autenticazione biometrica tramite Face ID o Touch ID per molte azioni critiche, senza la possibilità di utilizzare un codice di accesso facilmente ottenibile. Tra le azioni protette figurano l'accesso ai codici di accesso e chiavi passkey memorizzati su iCloud, la cancellazione di tutti i contenuti del dispositivo e delle transazioni Apple Pay. Altre novità degne di nota includono le Playlist musicali collaborative e i nuovi Sfondi Unity Bloom. Le prime consentono a più abbonati Apple Music di lavorare su un'unica playlist, aggiungendo e riordinando brani, nonché esprimendo reazioni con emoji animate. I nuovi sfondi, invece, rappresentano un segno di solidarietà e un nuovo modo di esprimersi per la comunità nera. Apple descrive questi sfondi, che rappresentano fiori colorati, come un simbolo del Panafricanismo e delle future generazioni unite nel contrastare il razzismo. Inoltre, l'aggiornamento 17.3 reintroduce la possibilità di visualizzare e creare liste dei desideri nelle app Apple TV e iTunes Store, una funzionalità che era stata rimossa nell'ultimo aggiornamento 17.2. Non sono stati segnalati cambiamenti nelle API in questa versione. —tecnologiawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Lascia una risposta
Skip to content