International Newspaper

Cicciogamer89 e gli altri, gli influencer e le nuove linee guida dell’AGCOM

(Adnkronos) – Sabato mattina a Roma, nel quartiere Ostiense, si è avuta, qualora ancora ve ne fossero dubbi, la prova evidente di quanto i cosiddetti "influencer" siano in grado di smuovere (fisicamente e non) le pulsioni e le azioni dei giovani (non solo) follower.L'evento per l'inaugurazione dello store di Burger di Cicciogamer 89 (nickname di Mirko Alessandrini), prometteva un incontro con l'influencer e hamburger gratis. Tuttavia, l'entusiasmo iniziale si è presto trasformato in una lunga attesa e in un palpabile senso di delusione. I fan, giunti anche da lontano, si sono trovati di fronte a una realtà ben diversa dalle aspettative: cibo esaurito e un'organizzazione carente che ha lasciato molti a mani vuote. Nonostante le critiche per la sicurezza insufficiente, il controllo disorganizzato della fila e le promesse mancate, che hanno dato vita a un'eco di insoddisfazione sui social media, Cicciogamer 89, youtuber da 3,6 milioni di iscritti, ha affrontato il turbine di reazioni con gratitudine e un impegno al miglioramento. "Siete stati incredibili, cercheremo di migliorare nell'organizzazione. Il vostro affetto è impagabile," ha condiviso l'influencer, riconoscendo le lacune dell'evento dovute perlopiù all'inaspettato afflusso di fan/avventori. Il caso dell'evento di Cicciogamer 89 diventa così un esempio vivido della complessità nel mondo dell'influenza digitale, dove il confine tra successo virale e controversia può essere sottilissimo e dove sembra aleggiare la massima di Oscar Wilde "Nel bene o nel male, purchè se ne parli". Perchè sebbene il successo possa essere stato un insuccesso, volenti o nolenti anche noi adesso sappiamo che esiste un burger store di Cicciogamer, con buona pace di chi ha fatto la fila senza ricevere nulla e soffrendo il freddo o lacune di organizzazione.  
L'AGCOM, l'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, ha preso una posizione significativa per regolamentare il mondo sempre più influente degli influencer digitali. Con l'approvazione unanime delle linee guida il 10 gennaio scorso, l'autorità mira a far rispettare le disposizioni del Testo Unico sui servizi di media audiovisivi. Queste linee guida mettono particolare enfasi sulla trasparenza e correttezza dell'informazione, la tutela dei minori, i diritti della persona e la trasparenza nelle comunicazioni commerciali e nel product placement. 
Un punto cruciale di queste linee guida è l'istituzione di un Tavolo Tecnico ad hoc. Questo organismo avrà il compito di definire ulteriori misure e modalità operative per assicurare che gli influencer rispettino le norme. Gli influencer, insieme a vlogger, streamer, creator e uploader, che raggiungono almeno un milione di follower su varie piattaforme, o che hanno un engagement rate medio superiore al 2%, saranno i principali destinatari di queste nuove regole. Le linee guida stabiliscono che gli influencer devono evitare l'uso di tecniche subliminali, rispettare le norme relative alle comunicazioni commerciali, sponsorizzazioni, e inserimento di prodotti, e garantire una presentazione veritiera dei fatti. Inoltre, devono contrastare la disinformazione online e rispettare le norme relative al diritto d'autore e alla proprietà intellettuale. In caso di violazione, sono previste multe significative, che variano a seconda della gravità e dell'ambito della violazione. Ciò mette in luce l'importanza che l'AGCOM attribuisce alla trasparenza e alla responsabilità nel mondo digitale. Il Tavolo Tecnico, che coinvolgerà associazioni di influencer, piattaforme di condivisione video, social media e agenzie di influencer marketing, avrà il compito di elaborare codici di condotta per implementare ulteriori misure. Questo approccio mira a creare un ambiente digitale più sicuro e trasparente, in cui i diritti dei consumatori e dei minori siano pienamente tutelati.In sintesi, l'AGCOM, attraverso queste linee guida, pone le basi per un ambiente digitale più responsabile e consapevole, in cui gli influencer sono chiamati a giocare un ruolo cruciale. Sarà interessante vedere come queste normative influenzeranno il panorama digitale e se porteranno a un cambiamento significativo nel comportamento degli influencer e nella percezione dei consumatori. —tecnologiawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Lascia una risposta
Skip to content