International Newspaper

Elnaz Rekabi : sta tornando a casa con il suo Team

Un post su Instagram dell'atleta

Da ieri nessuno aveva più avuto sue notizie e sembrava sparita. L’apprensione era tanta dopo il gesto di scalare la parete senza hijab durante i Campionati Asiatici in Corea del Sud. Elnaz Rekabi ha postato poco fa una stories su instagram in cui si scusava e affermava di stare tornando in Iran con il Team…

Elnaz Rekabi una scalatrice iraniana che ha gareggiato con i capelli scoperti lo ha fatto perché il suo hijab è caduto “inavvertitamente”, dice un post sul suo account Instagram.

La gara senza il suo hijab e il suo post

Il Post su Instagram di Elnaz Rekabi

Elnaz Rekabi, 33 anni, è stata elogiata da coloro che hanno protestato contro il codice di abbigliamento iraniano dopo che il video la mostrava violarlo ai Campionati asiatici in Corea del Sud.
La BBC Persian ha riferito lunedì che gli amici non erano stati in grado di contattarla.
Martedì, il post di Instagram si è scusato per “aver preoccupato tutti” e ha detto che stava volando a casa.
“A causa del cattivo tempismo e della chiamata imprevista per me di scalare il muro, il mio copricapo si è inavvertitamente staccato”, ha spiegato.
Il post aggiungeva che stava tornando in Iran “insieme alla squadra in base al programma prestabilito”.

Il post sembra scritto sotto costrizione

Rana Rahimpour della BBC Persian afferma che a molte persone la lingua usata in questo post sembra essere stata scritta sotto costrizione.
Altre donne iraniane che hanno gareggiato all’estero senza indossare il velo in passato hanno affermato di essere state sotto pressione dalle autorità iraniane per chiedere scuse simili, aggiunge. Alcuni di loro hanno deciso di non tornare in Iran.
Le donne nel paese sono tenute a coprirsi i capelli con l’hijab e le braccia e le gambe con abiti larghi. Le atlete devono anche rispettare il codice di abbigliamento quando rappresentano ufficialmente l’Iran nelle competizioni all’estero.
In precedenza, l’ambasciata iraniana in Corea del Sud aveva detto che la signora Rekabi aveva lasciato Seoul per l’Iran martedì

- Advertisement -

Elnaz Rekabi durante i Campionati Asiatici in Corea del Sud

mattina. Ha anche negato con forza quelle che ha definito “tutte le notizie false, le bugie e le informazioni false” su di lei.
La Federazione internazionale di arrampicata sportiva (IFSC) ha affermato di essere stata in contatto con la signora Rekabi e la Federazione di arrampicata iraniana e che stava “cercando di stabilire i fatti”.
“È importante sottolineare che la sicurezza degli atleti è fondamentale per noi e sosteniamo qualsiasi sforzo per mantenere un membro prezioso della nostra comunità al sicuro in questa situazione”, ha aggiunto. “L’IFSC sostiene pienamente i diritti degli atleti, le loro scelte e l’espressione della libertà di parola”.

I dubbi

Una fonte ha detto lunedì alla BBC Persian che il passaporto e il cellulare della signora Rekabi sono stati confiscati e che ha lasciato il suo hotel a Seoul due giorni prima della data prevista per la partenza. La sua famiglia e i suoi amici hanno perso i contatti con lei dopo aver detto che era con un funzionario iraniano.

Quando è stato chiesto a Shohreh Bayat cosa pensasse del post su Instagram di Elnaz Rekabi, ha detto: “Penso che le azioni parlino più delle parole. E ha fatto una dichiarazione molto potente non indossando il velo”.

La Redazione

- Advertisement -

Lascia una risposta
Skip to content