International Newspaper

Dispaccio dall’Ucraina

15 Marzo 2022 ore 2010

Il Ministero della difesa russo afferma di aver conquistato Kherson e di continuare la sua avanzata. Il Ministero della difesa ucraina afferma che le truppe russe non avanzano e grazie al battaglione Azov hanno battuto truppe russe. Il Ministero russo risponde alle domande più frequenti sulla mobilitazione militare causata dalla guerra…

La ventesima giornata di guerra in Ucraina volge al termine. 

Ministero della Difesa Russo

Le forze armate della Federazione Russa hanno preso il pieno controllo dell’intero territorio della regione di Kherson.

Esercito russo

Le forze armate russe hanno catturato una roccaforte di nazionalisti e mercenari stranieri in Ucraina, sequestrato 10 sistemi missilistici Javelin e altre armi. Tutte le armi vengono consegnate ai reparti della milizia popolare della DPR e della LPR.

Nel corso della giornata sono state consegnate alla popolazione civile delle aree liberate più di 500 tonnellate di beni di prima necessità, compresi medicinali e cibo.

In totale, dall’inizio dell’operazione, sono stati distrutti 156 UAV, 1.306 carri armati e altri veicoli corazzati da combattimento, 127 MLRS, 471 supporti di artiglieria da campo, oltre a 1.054 unità di veicoli militari speciali. L’aviazione tattica operativa, l’aviazione militare e gli aerei senza pilota hanno colpito 136 strutture militari dell’Ucraina.
Il raggruppamento di truppe della Repubblica popolare di Donetsk, proseguendo l’offensiva, ha sfondato la difesa dei nazionalisti ucraini e ha preso il controllo di Panteleimonovka e ha raggiunto la linea Verkhnetoretskoye – Novoselovka-2.

L’aviazione

In totale, nell’ultimo giorno, l’aviazione e la difesa aerea delle forze aerospaziali russe hanno abbattuto 16 bersagli aerei: 1 aereo Su-24 e Su-25 dell’aviazione ucraina, 1 elicottero Mi-8 e 13 velivoli senza pilota ucraini , di cui 6 Bayraktar TB-2.

L’aviazione tattica operativa, dell’esercito e senza pilota ha colpito 136 infrastrutture militari dell’Ucraina, tra cui: 7 posti di comando e centri di comunicazione, 4 sistemi missilistici antiaerei, 3 sistemi di lancio multiplo di razzi, 4 stazioni radar per ricognizione, illuminazione del bersaglio e puntamento del sistema missilistico antiaereo S-300, 1 stazione di guerra elettronica, 4 depositi di munizioni e carburante e 72 aree di concentrazione di equipaggiamento militare.

Tre hangar contenenti 4 aerei d’assalto ucraini Su-25, 1 Mi-24 e 5 elicotteri Mi-8 sono stati distrutti in un aeroporto militare vicino a Kramatorsk.

In totale, 156 veicoli aerei senza pilota, 1.306 carri armati e altri veicoli corazzati da combattimento, 127 sistemi di lancio multiplo

Esercito russo

di razzi, 471 artiglieria da campo e mortai, nonché 1.054 unità di veicoli militari speciali delle forze armate ucraine sono stati distrutti durante l’operazione.

La sera del 14 marzo, unità delle truppe aviotrasportate russe hanno conquistato una roccaforte di nazionalisti e mercenari stranieri vicino a Guta-Mezhigorskaya.

Conquista di materiali militari degli Alleati

I paracadutisti russi hanno sequestrato 10 sistemi missilistici anticarro Javelin di fabbricazione americana e una serie di altre armi fornite dai paesi occidentali all’Ucraina.

Tutti i sistemi missilistici anticarro Javelin sequestrati e altre armi straniere vengono consegnati alle unità della Milizia popolare delle repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk.

Ministero della Difesa Ucraino

Continua la ventesima giornata dell’eroico confronto del popolo ucraino all’invasione militare russa.

Esercito ucraino

È in corso un’operazione offensiva contro l’Ucraina. L’avversario sarà fermato. Senza raggiungere l’obiettivo nei tempi prefissati, subisce perdite di vitalità e tecnica.

A Zuhlo ignorando le regole del diritto internazionale umanitario, i carri armati russi lanciano attacchi missilistici su oggetti infrastrutturali critici di Ucraina, civili, quartieri residenziali, scuole e asili nido. I fatti di tenuta in ostaggio dei civili, rapina dei locali e saccheggi sono risolti.

Le forze armate dell’Ucraina stanno svolgendo il compito di rimuovere l’aggressione armata contro l’Ucraina. Le parti usa e getta della riserva in direzioni specifiche sono state raggruppate e trasferite in un contrattacco.

Continua la lotta per la liberazione della periferia di Mariupol. I soldati del reggimento Azov ha abbattuta una delle unità della 22a brigata separata delle forze armate della Federazione Russa.

Nella regione di Luhansk, durante il giorno, i difensori dell’Ucraina hanno distrutto cinque BM-21 “Grad” con munizioni per loro, tre T-72, un BMP-3 e più di 15 soldati nemici. Questi dati stanno diventando sempre più precisi.

Continuano le misure per coprire il confine di stato dell’Ucraina e la costa marittima. L’operazione di stabilizzazione viene effettuata in alcune direzioni e si svolgono compiti di difesa territoriale.

Il popolo ucraino continua a distruggere l’occidente russo.

La mobilitazione generale

Il briefing-chiarimento di oggi “Tutto sulla mobilitazione in condizioni di guerra” l’oratore principale – il capo della direzione del personale della sede del comando delle Forze Armate ucraine Roman Gorbach ha risposto alle domande più comune, in particolare:

Chi viene mobilitato in primo turno? Viene mandano subito al fronte?

Si tiene il primo turno delle unità militari a spese dei riservisti di prima linea, nonché dei riservisti che hanno sottoscritto un

Esercito ucraino

contratto per passare il servizio militare nella riserva militare. Tali categorie di cittadini venivano inviate direttamente alle unità militari e non richiedono un addestramento militare aggiuntivo.

Anche il resto delle categorie di cittadini è coinvolto nella mobilitazione. I cittadini che hanno ex servizio militare e hanno esperienza in determinate posizioni possono anche essere riferiti direttamente alle unità militari. E i cittadini che prima non sono stati in servizio militare, ma sono sottoposti a mobilitazione, vengono inviati obbligatoriamente ai centri di addestramento delle Forze Armate dove saranno sottoposti ad un adeguato addestramento, e solo dopo vengono indirizzati ad assolvere ai propri doveri nelle unità militari.

Gli sfollati interni devono essere ritenuti responsabili e quindi possono essere mobilitati?

Sì, ci vuole. Centinaia di migliaia di cittadini sono stati costretti a lasciare le proprie case a causa di azioni di combattimento attivo. Tali cittadini militari impegnati che sono stati oggetto di mobilitazione, ciascuno nel suo territorio in ordine obbligatorio per essere tenuto militare in conto di effettiva permanenza.

Il servizio militare durante il periodo di mobilitazione?

Durante il periodo di mobilitazione non si tengono le chiamate per il servizio militare temporaneo. In generale, il servizio militare durante il periodo bellico non è diverso dal tempo di pace. Ma noterò che il servizio militare è tipicamente militare nelle parti di sicurezza e nelle parti posteriori.

La Redazione

Lascia una risposta
Skip to content