International Newspaper

Tecnologia e Ai, così in MotoGP Lenovo ‘aiuta’ Ducati Corse

(Adnkronos) – Ci sono anche le soluzioni tecnologiche ad alte prestazioni di Lenovo fra le 'armi' su cui Ducati Corse punta per la stagione MotoGP che sta per iniziare. All’evento “Campioni in Pista” a Madonna di Campiglio, è stata svelata la gamma di soluzioni tecnologiche che permetteranno al team di trasformare i dati in informazioni, eseguire complesse simulazioni e prendere decisioni strategiche in pochi secondi. Partner Tecnologico di Ducati Corse dal 2018, il gruppo metterà da quest'anno a disposizione l’infrastruttura iperconvergente ThinkAgile nel garage del team per elaborare i dati raccolti in ogni weekend di gara dalle otto Ducati Desmosedici GP che corrono in pista, ciascuna delle quali è dotata di circa 50 sensori. La piattaforma di Lenovo, affiancata dai server edge ThinkSystem SE350, è ottimizzata per l'intelligenza artificiale, alimenterà gli strumenti di deep learning e machine learning di Ducati, utilizzati per migliorare le prestazioni, l'affidabilità e la sicurezza delle moto Ducati, nonché per analizzare i dati raccolti dai sensori delle moto e in pista, confrontandoli con le sensazioni dei piloti. Ma i dati non vengono analizzati solo in pista: Ducati Corse sfrutta anche il Ducati Lenovo Remote Garage, che consente agli ingegneri di Borgo Panigale di ricevere dati in tempo reale dal box, eseguire analisi complesse e collaborare con il team in circuito per ottimizzare la configurazione delle moto prima che tornino in pista. Per migliorare ulteriormente la produttività e la collaborazione da remoto, la sala Ducati Lenovo Remote Garage nella sede centrale Ducati è stata completamente rinnovata con un'ampia gamma di hardware Lenovo, inclusi monitor, workstation e accessori. Ma da questa stagione 2024, il Team introdurrà una soluzione innovativa per eseguire rilievi in pista, potenziata dalla workstation Lenovo ThinkStation P360 Ultra. Gli ingegneri di Ducati Corse hanno sviluppato un robot a guida autonoma dotato di un'ampia gamma di sensori inerziali e ottici, che viaggerà lungo la pista all'inizio del weekend del GP, consentendo al team di ottenere una copia digitale del circuito il più fedele possibile alla realtà. La workstation permetterà a Ducati Corse di raccogliere e analizzare un totale di 200 GB di dati per circuito – consentendo a Ducati Corse di ricevere fino a 2,6 milioni di data points ogni secondo (255 MB/s) esclusivamente attraverso i sensori di LiDAR (Light Detection And Ranging). "La competizione sarà dura e siamo entusiasti di continuare a lavorare con il team, mettendo a disposizione la nostra tecnologia e i nostri servizi innovativi per continuare ad alzare il livello delle prestazioni. L’obiettivo non è solo competere per il titolo ma anche rendere accessibili a tutti i progressi tecnologici sviluppati in pista, come per le moto da strada Ducati”, ha commentato Luca Rossi, President, Intelligent Devices Group, Lenovo. —tecnologiawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Lascia una risposta
Skip to content