International Newspaper

Ostaggi Hamas, Qatar accusa Netanyahu: “Ostacola mediazione per carriera politica”

(Adnkronos) – Il Qatar contro Benjamin Netanyahu nel pieno delle trattative in corso per il rilascio degli ostaggi. In un post su X, il portavoce del ministero degli Esteri di Doha ha attaccato il premier israeliano, per una serie di dichiarazioni "irresponsabili. Il riferimento è alle parole pronunciate da Netanyahu durante un recente incontro con le famiglie degli ostaggi, durante il quale, secondo quanto rivelato da Channel 12, avrebbe definito il Qatar un mediatore "problematico" e si sarebbe detto "molto arrabbiato con gli americani" che hanno rinnovato di dieci anni l'accordo sulla base militare di Udeid. "Siamo sconcertati dalle dichiarazioni attribuite al primo ministro israeliano in vari resoconti dei media sul ruolo di mediazione del Qatar. Se confermate, sono irresponsabili e distruttive per gli sforzi volti a salvare vite innocenti, ma non sono sorprendenti", ha affermato Majed al Ansari.  Poi l'accusa: "Se le dichiarazioni riportate dovessero risultare vere, il premier israeliano non farebbe altro che ostacolare e minare il processo di mediazione, per ragioni che sembrano servire alla sua carriera politica invece di dare priorità alla salvezza di vite innocenti, compresi gli ostaggi israeliani", scrive ancora su X il portavoce del ministero degli Esteri del Qatar. "Da mesi, e dopo il successo della mediazione dello scorso anno che ha portato al rilascio di oltre cento ostaggi, il Qatar è impegnato in un dialogo regolare con le parti negoziali, comprese le istituzioni israeliane, nel tentativo di stabilire il contesto per un nuovo accordo sugli ostaggi e l'ingresso immediato degli aiuti umanitari a Gaza", ha ricordato il portavoce. "Invece di preoccuparsi delle relazioni strategiche del Qatar con gli Stati Uniti, speriamo che Netanyahu decida di operare in buona fede e di concentrarsi sul rilascio degli ostaggi", conclude al Ansari. Il consigliere per il Medio Oriente del presidente americano Joe Biden, Brett McGurk, ha intanto incontrato a Doha il primo ministro del Qatar, Mohammed bin Abdulrahman bin Jassim al-Thani. I colloqui, ha riferito Axios, hanno riguardato l'accordo che dovrebbe portare al rilascio degli ostaggi a Gaza. Una fonte israeliana, citata dal sito americano, ha tuttavia precisato che in merito a una possibile intesa la posizione di Hamas si è irrigidita negli ultimi giorni. In precedenza McGurk ha incontrato al Cairo il direttore dell'intelligence egiziana, Abbas Kamel, mentre oggi vedrà il re giordano Abdullah II a Amman. Dalla Giordania si sposterà quindi negli Emirati. Migliaia di manifestanti hanno intanto bloccato Ayalon Highway, una delle principali arterie di Tel Aviv, chiedendo un accordo immediato che porti al rilascio degli ostaggi che ancora sono nelle mani delle fazioni palestinesi a Gaza. Lo ha riferito il Times of Israel, sottolineando che le scene di stasera ricordano le proteste dei mesi scorsi contro la contestata riforma della giustizia promossa dal governo Benjamin Netanyahu. —internazionale/esteriwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Lascia una risposta
Skip to content