International Newspaper

Bufera sull’Unrwa, dopo Usa anche Canada e Australia sospendono fondi

(Adnkronos) – Dopo gli Stati Uniti anche Canada e Australia sospendono ulteriori finanziamenti all'Unrwa, l'Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi che ha annunciato un'inchiesta sul presunto coinvolgimento di dipendenti nell'attacco del 7 ottobre in Israele. "Ho parlato direttamente con il Commissario generale dell'Unrwa, Philippe Lazzarini, per manifestare la preoccupazione del Canada per le accuse secondo cui dipendenti dell'Agenzia sarebbero stati coinvolti nel brutale attacco terroristico contro Israele del 7 ottobre 2023", ha scritto su X il ministro canadese per lo Sviluppo internazionale, Ahmed Hussen. Il Canada "accoglie con favore la disposizione all'Unrwa del segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, affinché indaghi su queste accuse molto gravi". Il Canada "ha temporaneamente sospeso qualsiasi ulteriore finanziamento all'Unrwa" per il tempo dell'inchiesta e se le accuse risulteranno fondate l'auspicio è che "l'Unrwa adotti misure immediate contro coloro che verrà stabilito sono stati coinvolti nell'attacco terroristico di Hamas". Nel frattempo "non verranno ridotti gli aiuti alla popolazione di Gaza" e il Canada conferma "forte preoccupazione per la crisi umanitaria" nell'enclave palestinese, chiedendo "a tutte le parti che rispettino il diritto umanitario internazionale". "Sono molto preoccupanti le accuse di coinvolgimento di dipendenti dell'Unrwa nei terribili attacchi terroristici del 7 ottobre in Israele", ha scritto su X la ministra degli Esteri australiana Penny Wong, comunicando che l'Australia "sospenderà temporaneamente l'erogazione di fondi". —internazionale/esteriwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Lascia una risposta
Skip to content