International Newspaper

I film del Sundance brillano agli Spirit Awards 2022

6 Marzo 2022

I Film Independent Spirit Awards 2022 sono tornati sulla spiaggia di Santa Monica, in California, per onorare il meglio del cinema indipendente, e ben sette film che sono stati presentati in anteprima ai passati Sundance Film Festival hanno portato a casa premi eccezionali da Miglior protagonista femminile, Miglior documentario, Miglior fotografia , e molto di più…

0

Riesco a sentire lo spirito delle arti”. Queste sono state le parole di Troy Kotsur mentre portava a casa il premio come miglior attore non protagonista per CODA durante gli annuali Film Independent Spirit Awards.

Le parole dei vincitori

CODA

“Sono così grato ai nostri produttori[…] che hanno davvero creduto nel nostro progetto di piantare quel seme che è sbocciato al Sundance Festival del cinema ed è sbocciato in un melo. E questa mela ha cominciato a rotolare a Hollywood”.

“Adoro le parole film e spirito indipendenti”, ha detto Taylour Paige, che ha vinto il premio come miglior protagonista femminile per il suo ruolo in Zola.

“Il mondo in cui viviamo – ed essere un artista – è davvero strano, e puoi sentirti come se fossi solo su quest’isola a essere rifiutato, ma l’illimitatezza di questo – lo spirito di questo – è ciò che mi tiene sollevato nel mio tentativo. E spero solo di continuare a provare. È così difficile fare film”.

Gli artisti sono rimasti elettrizzati, scioccati ed emozionati quando hanno accettato i loro premi, e molti hanno preso tempo dai loro discorsi di accettazione per stare con i loro fratelli e sorelle in Ucraina. Tutto sommato, l’industria era euforica all’idea di stare di nuovo insieme di persona.

“Non siamo eroi come infermieri, medici o insegnanti, facciamo solo film. Ma il nostro lavoro può aprire la mente delle persone e offrire un punto di vista sul mondo”, ha affermato Edu Grau mentre ha ricevuto lo Spirit Award per la migliore fotografia per Passing. “Quello che facciamo, cosa diciamo e come lo diciamo: è importante”.

L’elenco completo dei film vincitori dell’allume di Sundance include:

Miglior maschio non protagonista – Troy Kotsur (CODA)

Miglior documentario – Ahmir “Questlove” Thompson (Summer of Soul)

Miglior protagonista femminile: Taylor Paige (Zola)

Miglior donna non protagonista – Ruth Negga (passing)

Miglior Fotografia – Edu Grau (Passing)

Miglior montaggio – Joi McMillon – (Zola)

Premio Robert Altman – Fran Kranz (Messa)

CODA

In una storia di formazione divertente ed emozionante, Emilia Jones offre una performance straordinaria nei panni dell’unico membro udente di una famiglia di sordi che si guadagna da vivere grazie alla pesca commerciale.

Ruby funge da orecchio e voce per sua madre (Marlee Matlin), padre (Troy Kotsur) e fratello (Daniel Durant) — fino a quando la diciassettenne si ritrova divisa tra l’obbligo verso la famiglia e il suo sogno di seguire la sua passione per cantando.

Il regista Sian Heder ha cercato l’autenticità scegliendo attori sordi nei ruoli sordi. I loro sforzi combinati hanno ottenuto una sfilza di premi al Festival di quest’anno: Gran Premio della Giuria degli Stati Uniti: Drammatico, Premio alla Regia: Drammatico degli Stati Uniti, Premio Speciale della Giuria per il Cast dell’Ensemble e Premio del Pubblico: Drammatico degli Stati Uniti.

Anche prima che il Sundance Film Festival del 2021 fosse terminato, prima che la proiezione finale fosse proiettata e tutti i premi assegnati, CODA, il sincero film di Sian Heder su un’adolescente coraggiosa che è l’unico membro udente della sua famiglia, ha raggiunto lo status di piacevole per la folla.

Dopo la prima online di CODA, Variety lo ha definito un “ko emotivo”. Hollywood Reporter lo ha definito un “riscaldatore di cuori radioso e profondamente soddisfacente”. Decider lo ha definito “un classico istantaneo”. Il sentimento era chiaro, la traiettoria stabilita.

Apple ha acquistato i diritti di distribuzione e, quando tutto è stato detto e fatto, la sceneggiatrice-regista Heder, il suo cast e la sua troupe si sono portati a casa il gran premio della giuria, il premio del regista e il premio preferito dal pubblico al Concorso drammatico statunitense, oltre a un Premio Speciale della Giuria per il Cast dell’Ensemble.

Il Team di CODA

Heder, che ha insistito per scegliere attori sordi nei ruoli sordi, era estasiato.

Ruth Negga and Tessa Thompson appear in Passing by Rebecca Hall, an official selection of the U.S. Dramatic Competition at the 2021 Sundance Film Festival. Courtesy of Sundance Institute | photo by Edu Grau.
All photos are copyrighted and may be used by press only for the purpose of news or editorial coverage of Sundance Institute programs. Photos must be accompanied by a credit to the photographer and/or ‘Courtesy of Sundance Institute.’ Unauthorized use, alteration, reproduction or sale of logos and/or photos is strictly prohibited.

“L’intero team di CODA è anche così grato al Sundance per aver fatto parte del viaggio del film”, ha detto a Deadline.

E poi ha lanciato un invito all’azione: “Spero che questo film e il potente supporto di Apple aiutino ad aprire alcune porte che ostacolano l’inclusione e la rappresentazione e a aprire la strada a più storie incentrate sui personaggi della comunità dei non udenti e dei disabili. Il mondo ha aspettato troppo a lungo prima che queste storie venissero raccontate. Ora è il momento. Niente più scuse.”

CODA, abbreviazione di Children of Deaf Adults, è uno dei nove film supportati dal Sundance in uscita negli Stati Uniti ad agosto. Sette sono state presentate al Festival del 2021, le restanti due nel 2020.

Passing

Irene (Tessa Thompson) e Clare (Ruth Negga) sono donne di razza mista che hanno frequentato il liceo insieme. Si incontrano anni dopo in una sala da tè di New York e Clare inizia un’amicizia.

Clare è sposata con un uomo bianco e vive la vita di una donna bianca. Irene è sposata con un medico nero e vive da quel lato della linea dei colori. Basato sul famoso romanzo Harlem Renaissance del 1929  di Nella Larsen, il film è uno studio dell’identità razziale. Girato in un elegante bianco e nero, il film d’esordio di Rebecca Hall.

La Redazione

Lascia una risposta
Skip to content